.

Progetto

In coerenza con la Strategia Europea 2020, il Progetto Digit School , si inserisce nel quadro delle attività previste dal Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), è orientato a sviluppare iniziative finalizzate ad avvicinare la didattica al linguaggio dei “nativi digitali”, con l’obiettivo di far confluire risorse progettuali e finanziarie a sostegno dell’uso abituale delle tecnologie nelle attività didattiche, per favorire la crescita e lo sviluppo dell’informazione e della conoscenza.

A seguito dell’ Accordo stabilito il 18.9.2012 tra la Regione Abruzzo, il MIUR e l’Ufficio Scolastico Regionale (U.S.R.), con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo del Piano Nazionale Scuola Digitale in Abruzzo attraverso l’implementazione delle seguenti azioni:

  • “LIM in classe”
  • “Cl@ssi 2.0”
  • “Scuole di montagna”

Il MIUR si è impegnato a finanziare le scuole statali della Regione Abruzzo con un importo pari ad €695.805,00 per l’acquisto di infrastrutture e hardware, (Abruzzo 176 scuole dotate di LIM; 14 classi 2.0;5 centri scolastici digitali) mentre la Regione si è impegnata a finanziare interventi quali il Progetto Digit School, destinato ad attività di produzione e sviluppo di contenuti didattici digitali riutilizzabili e ad azioni di formazione ai docenti per l’innovazione delle metodologie di insegnamento/apprendimento.

Il progetto Digit School, presentato dall’R.T.I. costituito dalla Ud’Anet Srl (Capofila), società abruzzese che da 10 anni supporta il mondo dell’istruzione per l’introduzione di nuove tecnologie e contenuti multimediali, dal Cineca, Consorzio senza scopo di lucro formato da 69 Università italiane due Enti nazionali di ricerca e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) e l'Istituto Infobasic agenzia formativa accreditata dalla Regione Abruzzo, è risultato aggiudicatario al termine della procedura di gara: Progetto speciale “Scuola Digitale” P.O. F. S.E. Abruzzo 2007-2013 Asse 4.

Il progetto si articola in 2 linee di azione, la prima Linea di azione A : Ideazione, realizzazione e sperimentazione di modelli metodologici e di una piattaforma per la progettazione di contenuti didattici digitali. La progettazione di ambienti di apprendimento innovativi implica l’ideazione di esperienze che rendano l’apprendimento più efficace, più semplice e soprattutto più piacevole e attraente. Nella filosofia del web 2.0, tutti sono fruitori e produttori di oggetti digitali.

L’obiettivo è quello di collocare l’alunno al centro di un processo di apprendimento basato su “specifici progetti didattici”, quindi favorisce il cambiamento del ruolo dell’insegnante; il docente non è più visto come il dispensatore di conoscenze tramite lezioni frontali, interrogazioni e assegnazione di compiti a casa, ma diventa il progettista e il gestore di ambienti di apprendimento costituiti dall’insieme delle risorse con cui lo studente interagisce e delle attività svolte durante l’interazione. Tutto ciò sarà possibile grazie ad una piattaforma innovativa multifunzionale che coinvolge l’uso di diversi strumenti comunicativi e social.

La seconda, Linea di Azione B: progettazione e realizzazione delle attività di aggiornamento dei docenti, con l’obiettivo di realizzare specifiche azioni formative rivolte agli insegnanti dei 23 Istituti scolastici coinvolti nel piano Scuola Digitale (in rispetto dell’accordo sopracitato tra MIUR, USR, Regione Abruzzo del 18.9.2012). Per garantire il raggiungimento di un target significativo in termini numerici saranno realizzate due specifiche azione formative:

A) Percorso “Formazione Formatori” che consiste in una Summer School rivolta ai docenti selezionati, tra quelli più motivati e già in possesso di specifiche competenze, dagli Istituti scolastici aderenti per formare 23 “DIGITAL AMBASSADOR”. La Summer School, che si articola in 120 ore in presenza e 40 online, inizierà a luglio 2015 e terminerà a dicembre 2015. L’impegno richiesto ai partecipanti è di 15 giorni in presenza e 40 ore di lavoro in rete.

B) Percorsi di peer- education per stimolare la crescita professionale attraverso il confronto tra colleghi ed esperti del settore. I digital ambassador realizzeranno presso i propri Istituti scolastici delle attività di ricerca-azione per discutere e sperimentare modelli efficaci di progettazione di risorse didattiche digitali per l’apprendimento.

Durata del Progetto Digit School: 8 mesi avvio attività 20 maggio